Approccio Strategico Breve

Approccio Strategico Breve

 

 

La caratteristica peculiare dell' Approccio Strategico consiste nell'interessamento verso il "come" un disturbo sia strutturato e si autoalimenti e non solo verso il "perché" esso si sia sviluppato. 
L'Approccio Strategico pone l'accento su "come" risolvere il problema in breve tempo, ricordando che le persone non sono solo il risultato del loro passato ma sono anche il risultato delle loro aspettative.

  Da studi condotti e pubblicati, "Brief Strategic Therapy", Nardone G., Watzlawick P., Rowman e Littlefield Publishers Inc., MD, USA, 2004 su un campione di 3.640 casi trattati, seguendo i parametri internazionali per la valutazione dell'efficacia ed efficienza delle psicoterapie, che comprende le varie patologie psicologiche, l'86% con punte del 95% dei casi è stato risolto, (ovvero con il completo superamento del disagio presentato dal paziente), mediante un trattamento di durata media pari a sole 7 sedute.


Tutto questo senza l’uso di alcun tipo di farmaci


Risultati di Efficacia ed Efficienza nella cura dei seguenti disturbi: 

Disturbi d'ansia (nel 95% dei casi) 

Disturbo da attacchi di panico con e senza  agorafobia 

Disturbo d'ansia generalizzato 

Fobia sociale 

Disturbo post-traumatico da stress 

Fobie specifiche 


(nel 89% dei casi) 

Ossessioni 

Compulsioni 

Disturbi somatoformi (ipocondria, dismorfofobia, ecc..) 


Disordini alimentari (nel 83% dei casi) 

Anoressia 

Bulimia 

Vomiting 

Binge Eating 

Ortiressia 


Disturbi sessuali (nel 91% dei casi) 

Difficoltà di erezione 

Eiaculazione precoce 

Vaginismo e dispaurenia 

Disturbi del desiderio 


Depressione (nel 82% dei casi) 

Nelle sue varie forme 


Problemi relazionali nei diversi contesti (nel 82% dei casi) 

Coppia, famiglia 

Lavoro, sociale 


Problemi dell'infanzia e dell'adolescenza (nel 82% dei casi) 

Disturbo da deficit dell'attenzione con iperattività 

Disturbo oppositivo-provocatorio 

Mutismo selettivo 

Disturbo da evitamento 

Ansia da prestazione 

Fobia scolare 

Disturbo da isolamento 


Disturbi legati all'abuso di Internet (nel 80% dei casi) 

Cybercondria 

Information overloading addiction: quando le informazioni non bastano mai 

Shopping compulsivo in Rete 

On-line gambling: le scommesse in rete 

Il trading on-line compulsivo 

La chat dipendenza 

La dipendenza da cybersesso 

 

 

 Fonte: "Brief Strategic Therapy", Nardone G., Watzlawick P., Rowman e Littlefield Publishers Inc., MD, USA, 2004